PATOLOGIE INDICATE PER IDROCOLON:


STIPSI OSTINATA ADULTI E BAMBINI

Stipsi ostinata

La stipsi ostinata è sostanzialmente una forma particolarmente aggressiva di stitichezza; iniziamo col dire che frequentemente le persone definiscono stipsi una condizione in cui le feci risultano essere particolarmente dure. In realtà, indifferentemente dalla conformazione delle feci, affinché si possa correttamente parlare di stitichezza è necessario che si manifesti una concreta alterazione della regolarità inttestinale; evacuare da un massimo di 3 volte al giorno fino a un minimo di una volta ogni due giorni sono condizioni che vengono considerate di “normalità”. I soggetti che invece avvertono lo stimolo ad evacuare con una frequenza superiore a una volta ogni due giorni sono quindi affetti da stipsi e, più nello specifico, qualora lo stimolo ad evacuare avvenga con frequenza superiore alla settimana si parla di stipsi ostinata.

Stipsi ostinata: Informazioni generali

Le persone affette da stipsi ostinata possono arrivare ad avvertire lo stimolo all’evacuazione anche ogni 10/12 giorni, risulta intuitivo quindi come la stipsi ostinata rappresenti una patologia estremamente pericolosa in quanto molto prossima al blocco intestinale. Le persone affette da stipsi ostinata, infatti, presentano sintomi abbastanza netti, caratterizzati da forte gonfiore intestinale, meteorismo, incontinenza fecale, ragadi ed emorroidi.

Stipsi ostinata: nei bambini

Quando la stipsi ostinata si manifesta nei bambini questa è quasi certamente l’espressione di cattive abitudini alimentari e stili di vita sedentari, difficilmente infatti un bambino potrebbe essere affetto da patologie che siano la diretta causa della stitichezza. La cosa migliore da fare in questi casi, oltre a rivolgersi al pediatra per sicurezza, è modificare sensibilmente le abitudini del bambino, iniziando con l’aumentare l’attività motoria e non trascurando di curare maggiormente l’alimentazione aumentando l’apporto di fibre e il consumo di alimenti quali frutta, verdura e cibi probiotici.D: è un’alterazione degli equilibri e della composizione della flora batterica intestinale, che comporta un insieme di sintomi e disturbi dell’apparato gastrointestinale, in grado di avere conseguenze anche su organi ed apparati distanti dall’intestino.

DISIOSI INTESTINALE : è un’alterazione degli equilibri e della composizione della flora batterica intestinale, che comporta un insieme di sintomi e disturbi dell’apparato gastrointestinale, in grado di avere conseguenze anche su organi ed apparati distanti dall’intestino

Candida intestinale:La candida (candida albicans) è un microorganismo presente nel nostro organismo sotto forma di spora di lievito, ovvero in forma monocellulare. In condizioni fisiologiche, la candida vive nell’organismo umano come commensale saprofita (cioè vive dentro un altro organismo al quale non arreca alcun danno). Però, ad opportune condizioni, è in grado di determinare una patologia infettiva chiamata candidosi che, nel caso in cui sia localizzata nell’intestino, prende il nome di candida intestinale.

Cistite è un’infiammazione della parete vescicale, frequentemente provocata da un’infezione che colpisce le vie urinarie.
Le vie urinarie sono un sistema che conduce l’urina attraverso due condotti, gli ureteri, dal rene alla vescica che funziona da serbatoio. L’urina viene emessa all’esterno con  l’atto della minzione attraverso un altro breve condotto: l’uretra.

SINDROME SISTEMICA DA ALLERGIA AL NICHEL (SNAS)

La SNAS è caratterizzata , oltre che dalle manifestazioni cutanee per una allergia da contatto(DAC: dermatite allergica da contatto), anche da reazioni allergiche generalizzate al nihel contenutonegli alimenti.

I sintomi della SNAS si dividono in sintomi cutanei ed extracutanei.

I sintomi cutanei : sono rappresentati dalla dermatite da contatto con lesioni cutanee solitamente circoscritte nelle zone dell avvenuto contatto con il metallo che variano dall’eritema alla formazione di vescicole talvolta a stampo ,dalla desquamazione alle ulcerazioni accompagnate da forte prurito e bruciore nella zona interessata. Le sedi più comunemente colpite sono le pieghe dei gomiti ,il collo, l interno coscia ,il palmo delle mani, i margini laterali delle dita e le piante dei piedi.

I sintomi extra cutanei sono : sintomi gastrointestinali (nausea,vomito,diarrea,dolori addominali,gonfiore e tensione addominali , stipsi), sintomi respiratori (rinite e asma) ,sintomi neurologici (cefalea, capogiri e vertigini) sintomi generali (febbre fibromialgie,artralgie,,sindrome da stanchezza cronicha,insonia).

SINDROME PANDAS: èun acronimo che sta per Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder with treptococcal infections, ovvero disturbi neuropsicopsichiatrici infantili autoimmuni associati ad infezioni da streptococco. Generalmente insorge nella prima infazia a seguito di unfezione da streptococco,manifestandosi attraverso la comparsadi sintomi come:

  • Un disturbo ossessivo compulsivo ad esordio improvviso,
  • tic motori o finatori,
  • depressione
  • irratibilità e aggressività
  • peggioramento dei risultati scolastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *